Il piano sequenza

Oltre lo spazio e il tempo


Il termine “piano sequenza” è entrato ormai nell’immaginario collettivo di tutti e sta diventando una scelta sempre più popolare tra cineasti e registi contemporanei. 

Se si stanno aprendo nuove strade in questa direzione lo dobbiamo soprattutto al continuo e rapido sviluppo tecnologico che oggi, attraverso l’evoluzione di camere e sistemi di stabilizzazione ,permette di superare in maniera “semplice” dei limiti fisici e tecnici che in passato sembravano essere insormontabili.

Il piano sequenza è prima di ogni altra cosa una scelta narrativa! 

Questo tipo di inquadratura, nasce con l’idea di mantenere la continuità spazio-temporale della realtà, con un effetto di maggiore realismo che riporta il cinema alla sua vera natura. Evolvendosi il “long take”, come viene chiamato ad Hollywood, ha assunto un valore semantico ed espressivo, diventando un elemento primario nella costruzione drammatica di un film, contribuendo in modo decisivo alla creazione di senso e di significato.

Ci sono veramente tantissimi film che hanno sfruttato il piano sequenza come strumento narrativo, alcuni di questi sono (o sembrano) addirittura girati completamente in unico lunghissimo piano sequenza!

A questo link trovate 12 grandi esempi di piano sequenza entrati per sempre nella storia del cinema:


Se volete rimanere sempre informati e aggiornati sull’universo video e tutto ciò che circonda il mondo del cinema, seguite il #fluxxvideomag, lasciate un bel like a questo post e condividetelo!

Related works

Want to know more? Feel free to contact us!

Grazie per la lettura.
Sperando che questo articolo ti sia piaciuto e stimolato il discorso.
Se sei interessato ad approfondire l’argomento compila il form qui sotto per entrare in contatto e magari sviluppare un progetto insieme. Il viaggio verso la tua prossima incredibile presentazione potrebbe iniziare ora.

Torna in alto