Media Event Content Agency

Il video aziendale di Natale

Share:

Natale è arrivato!


Come ogni anno, l’arrivo del Natale segna anche l’arrivo di alcuni piccoli obblighi del periodo… cene, regali, «cosa fai a Capodanno?» e ovviamente il più temuto di tutti: IL VIDEO AZIENDALE DI AUGURI!

In realtà se progettato in modo corretto questo video può diventare un prodotto molto interessante per un’azienda sia dal punto di vista interno (perchè non vederlo come una sorta di team building) sia per quanto riguarda la propria brand awarness e brand reputation.

Scopriamo insieme quali sono gli “erroripiù comuni che vengono commessi:

1- Usare musica rubata/famosa senza diritti


Le canzoni di Natale famose piacciono a tutti e la tentazione di usare la nostra preferita può essere alta, ma bisogna sapere che non si può fare, o meglio si può fare se non abbiamo intenzione di pubblicare il video… ma per quale motivo vorremmo mai tenerlo privato?!

Sulla questione “copyright sul web” c’è decisamente confusione ma sintetizzando possiamo dire che per utilizzare una canzone coperta da copyright (qualsiasi canzone/musica è coperta da copyright) è necessario fare richiesta di utilizzo alla SIAE e pagare una somma.

Altrimenti ci si puo rivolgere a un produttore musicale (sound designer o musicista) farsi creare la propria musica ad hoc e acquistare la traccia con tanto di diritti.

In ultima istanza si può scegliere tra le migliaia di brani disponibili su siti specializzati che permettono di acquistare le tracce con i relativi diritti di utilizzo.

Per chi volesse approfondire l”argomento, ecco qui un articolo che fa al caso vostro:
https://www.linkedin.com/pulse/faq-copyright-per-il-web-alessandro-vercellotti/?originalSubdomain=it

2- Accontentarsi di usare template (magari gratis!)


L’idea di risolvere la questione utilizzando un template già pronto, che in fondo è anche carino, ti fa risparmiare tempo e se lo trovi gratis anche un po’ di soldi, viene a molti ma… non è tutto oro quello che luccica!

L’utilizzo di template limita al massimo la creatività sia dal punto di vista stilistico (e questo è ovvio visto che è già fatto..) ma anche da quello di storytelling e progettazione generale. Questo perchè andare a modificare un’animazione, i tempi o qualsiasi altro aspetto all’interno di un template risulta complesso e alla fine si evita di farlo; il template nasce per essere utilizzato così com’è, quindi la vostra creatività si dovrà “sottomettere” al template.

Senza contare che esiste seriamente il rischio che il vostro principale concorrente abbia fatto lo stesso ragionamento e vi ritroviate con un video praticamente identico…

3- Essere banali per mancanza di idee


Siete pieni di lavoro da chiudere prima del Natale e non avete tempo di pensare a un’idea originale e carina per il video quindi pensate che optare per la strada più ovvia, il classicone, potrebbe funzionare.

E invece no! Cappelli da Babbo Natale o da elfo, alberelli e festoni dorati purtroppo non assicurano la riuscita anzi rischiano di far diventare tutto un po’ tragicomico e sicuramente privo di personalità.

4- Dimenticare la Brand Reputation


Il video di Natale ha come obiettivo quello di fare gli auguri di Natale, ma non per questo non può avere anche altre finalità; per esempio perchè non pensare di postarlo sui social per far invidia ai vostri concorrenti o di utilizzarlo nella prossima Convention per mostrare al Board quanto sia figo il vostro team?

Potrete anche usarlo come spazio dove ribadire i valori e la mission aziendale oppure come pretesto per raccontare un aspetto completamente nuovo che vi differenzierà dalla concorrenza… insomma potete utilizzarlo in molti modi, l’unica cosa che non potete fare è sprecare l’occasione di raccontare qualcosa di importante!

5 – Scordare che chi vi guarda è un target


Il grande rischio di video dal mood simpatico e rilassato, è quello di cadere in prodotti eccessivamente autoreferenziali, che hanno senso contestualizzati all’interno del gruppo di lavoro ma che visti dall’esterno rischiano di essere un po’ ridicoli .

Si dovrebbero avere sempre in mente due cose:

1- Chiunque guarderà il nostro video si farà un’idea di voi e dell’azienda
2- Chiunque guarderà il video è un target da raggiungere; che sia un cliente, un fornitore, un collega di un’altra divisione o un giovane in cerca di lavoro, il nostro compito è di colpirlo ed emozionarlo per far sì che non ci dimentichi più.

E adesso che sapete quali errori non commettere, auguri!


Ma no tranquilli che non vi lasciamo solo con una lista di errori da non fare, abbiamo un prodotto perfetto per questa occasione, si chiama VideoPeople ed è uno dei cavalli di battaglia di FLUXX.

Qui sotto vi lasciamo un “trailer”, buona visione!

Riproduci video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su